Come avviene l’intervento di liposuzione: più tecniche differenti

L’intervento di liposuzione prevede che il chirurgo plastico a Milano pratichi una piccola incisione in cui inserire una cannula aspirante che ascolta il tessuto adiposo in eccesso. Questa tecnica può essere applicata a diverse parti del corpo: viso, collo, braccia, addome, schiena, fianchi, cosce, glutei, ginocchia e anche caviglie. Per poter procedere, il grasso non deve essere generalizzato ma localizzato in una di queste zone. La durata dell’intervento varia in base al lavoro portare a termine. Inoltre, di volta in volta il chirurgo plastico Roma può selezionare una tecnica diversa per agevolare il disgregamento delle cellule di apide.  Ecco quali sono le quattro tecniche più utilizzate.

  1. La tecnica secca. La liposuzione con tecnica secca prevede che sia il movimento rapido della cannula a sciogliere il grasso da rimuovere. Tutto sta nella maestria del chirurgo plastico a Milano per determinare il migliore dei risultati.
  2. Il manicotto vibrante. Una soluzione ottimale per favorire la discrezione del grasso è collegare la cannula a manicotto vibrante. Trasmettendo questa vibrazione allo strumento, si riesce a togliere maggiore quantità di grasso soprattutto nelle zone più estese.
  3. La tecnica tumescente. Esiste anche una tecnica cosiddetta tumescente. Il chirurgo plastico a Milano usa la soluzione di Klein la quale contiene diversi elementi come anestetico, vasocostrittori e anche un particolare elemento che si lega al grasso. Grazie a questa sostanza le pareti cellulari si disgregano e si riesce ad asportare una grandissima quantità di adipe, anche 3 – 5 chili dalle zone più estese come l’addome. In questo caso, il paziente dei drenaggi dopo l’operazione per facilitare l’espulsione di tutto il liquido
  4. La cannula laser. Infine, esiste una cannula che scioglie il grasso da prelevare utilizzando il laser. Questa soluzione si adotta soprattutto quando si interviene sulle zone più delicate del corpo come il collo e il viso. Questi interventi di microchirurgia estetica necessitano di particolare precisione, garantita solo da questa tecnica all’avanguardia. Per facilitare il rilascio del grasso si può anche utilizzare un emettitore di onde.