I migliori materiali per la cucina

Oggi le cucine moderne usano materiali hi tech come il laminato, l’inox, l ceramica, l’acciaio che vediamo nel dettaglio per capire il loro impiego.

Il laminato. Oggi le cucine con lo stile più moderno hanno spesso ripiani e mobili in laminato. Si tratta di un prodotto molto usato perché costa poco e può riprodurre qualsiasi tipo di superfice. Si può definire anche un finto legno ma è molto ma molto di più; grazie alla superfice in laminato la cucina può avere anche degli effetti non naturali come il legno colorato o anche anticato. Il laminato si usa per i piani di lavoro e per tutte le ante che hanno una resistenza ottimale.

Il marmo. Le cucine fano spesso uso del marmo per i piani di lavoro. Molti possono pensare che si tratti di una soluzione più adatta a cucine classiche ma i marmi che vengono posti oggi hanno un colore molto più omogeno ce è perfetto anche nelle cucine moderne dove lo stile è curato nel minimo dettaglio. Il marmo non si graffia e non si rovina nemmeno appoggiandosi sopra una padella rovente.

La ceramica. Molto più comune rispetto al costosissimo marmo, è la ceramica. È un prodotto all’avanguardia che vien realizzato con argille nobili. Oggi si usa molto le ceramica a cui vengono dati degli effetti diversi: tinta unita o finto marmo anche. Ha un costo davvero ottimo e si presta alle cucine che vengono anche maltrattate perché è  molto resistente e duraturo.

L’acciaio inox. Molti top della cucina possono esser in inox. Anche le cucine moderne usano moltissimo l’inox che è un prodotto validissimo per via delle sue proprietà: è igienico, resiste al calore e dal look minimale. Meglio però tenere presente che è sì facile pulirlo ma non farlo brillare come in origine. Alcuni top in inox però oggi hanno un finish opaco per avere uno stile più moderno e ciò  un vantaggio per la pulizia perché non serve diventare matti per farlo brillare.