E-commerce & e-shopper: in aumento con il lockdown

È ormai evidente che a causa del virus Covid-19 le abitudini e i comportamenti sono cambiati in ogni aspetto della vita quotidiana, compresi i consumi dei singoli. Infatti, in tutto il mondo sono aumentati gli acquisti online. In questo breve approfondimento vediamo di capire meglio quali sono i trend di questo mercato in costante crescita.

Un aumento degli acquisti online

Moltissime persone che non avevamo mai fatto un acquisto online, hanno iniziato proprio in questo periodo proprio spinti dalle chiusure dei negozi. Ovviamente, molti ordini erano piazzati da e-shopper esperti ma anche la pecentuale dei nuovi avventori è schizzata alle stelle. Secondo i dati raccolti, la stragrande maggioranza di loro continuerà a farlo anche in futuro.

Il caso Europa

Con l’aumento dei casi legati al covid – 19, non è esattamente vero che l’economia si è bloccata, infatti gli acquisti online hanno registrato un balzo quasi del 40%. Costretti a casa senza poter andare in negozio e con nulla da fare, i consumatori si sono ritrovati davanti al computer dove, per fortuna, si poteva tranquillamente ordinare tutto quello che si desidera. Oggi il mondo dell’ecommerce su portaleimpresa24.it è di grande appeal per tutte le imprese che stanno cercando di ridurre al massimo le perdite dovute alla recente epidemia.

Le categorie che hanno registrato un maggiore incremento sono: home fitness, libri e prodotti beauty e per i capelli. Insomma, è evidente che durante il periodo di chiusura in casa gli europei si sono dedicati allo sport, alla lettura e alla cura della bellezza, tutti passatempi ideali tra le mura domestiche.

Gli e-shopper in UE sono saliti al 57% del totale dei consumatori, una percentuale davvero altissima. Il mercato europeo è davvero molto ampio poiché online i consumatori possono trovare a portata di click oltre 800 mila negozi. La Germania, anche questa volta, è in testa con 175 mila e-shop, seguita a ruota da Regno Unito con 108k negozi online. Terzo posto sul podio per l’Olanda con 82 mila e-shops. Il caso dell’Olanda è davvero molto interessante poiché i forti investimenti digitali hanno aiutato moltissime piccole imprese ad aprire il loro e-commerce per intercettare sempre più clienti.

I dati dell’e-commerce

Nel vecchio continente l’economia digitale ha prodotto oltre 355,247 milioni di dollari di fatturato. I consumatori di aggirano intorno ai 450 milioni. Secondo le previsioni, entro il 2024 saranno 554 milioni. La spesa media per persona si attesta sui 781 dollari. Un quarto degli e-shopper, cioè il 25%, è compreso tra la fascia d’età 25 – 34 anni.

Per quanto riguarda invece i metodi di pagamento preferiti, Paypal è tra i preferiti in assoluto. In Italia la preferiscono il 51% dei consumatori rispetto ad altri metodi. A seguire, ci sono le carte di credito come MasterCard, Visa e debit card. Seppur meno usate, ancora molti usano i bonifici bancari e addebiti indiretti. Il contrassegno è quasi sparito a meno che non si prendano in considerazione paesi dell’est come Slovacchia, Polonia e Turchia.