Costruire un pollaio per allevare galline in casa: come fare

Se ti stai chiedendo se si possono allevare galline in casa e come farlo, quello che segue è un breve vademecum che potrebbe fare al caso tuo. Partendo da una costatazione semplice, forse ai limiti dell’ovvio: se i nostri nonni raramente rinunciavano a un piccolo pollaio per uso domestico è essenzialmente perché si può risparmiare anche parecchio non comprando uova industriali, soprattutto se in famiglia se ne fa un uso cospicuo. Rinunciare alle uova da allevamenti intensivi, poi, potrebbe essere una scelta più sostenibile e adatta a chi ha uno stile di vita green.

Come allestire un pollaio (preconfezionato, in muratura) per allevare le galline in casa

Naturalmente per allevare le galline in casa serve spazio, meglio se all’aperto, e per questo il consiglio è di pensare di costruire un pollaio solo se si vive in campagna o in una periferia immersa nel verde. Se non si prevede di acquistare più di dieci capi, non ci sono precise regole da rispettare: in via del tutto generale, però, meglio collocare il pollaio in una zona del giardino poco frequentata e comunque abbastanza distante – c’è chi consiglia almeno dieci metri – dalle case vicine, in modo da evitare che odori e rumori possano recare disturbo agli altri.

Quanto al pollaio vero e proprio, indispensabile se si è scelto di allevare le galline a casa, lo si può acquistare prefabbricato su Il Verde Mondo o nei negozi specializzati o lo si può costruire ex novo in muratura – in questo secondo caso, a seconda dei regolamenti comunali, potrebbe essere necessario chiedere delle autorizzazioni formali. In entrambi i casi la prima cosa di cui accertarsi è che sia abbastanza ampio in relazione al numero di animali che ospiterà: ancora una volta, vale in via del tutto generica la regola di almeno un metro di altezza. Dovresti tenere conto, infatti, che è importante ricavare nel pollaio una zona, generalmente rialzata per facilitarne il recupero, in cui le galline possano deporre le uova e un’altra sottostante in cui possano riposare. Altro elemento caratteristico di un pollaio è uno scivolo o una scaletta che permetta alle galline di muoversi, piuttosto utile soprattutto quando si hanno più animali e per favorire una sorta di turnazione per il deposito delle uova. A seconda dello spazio che hai a disposizione puoi predisporre un piccolo cortile per il tuo pollaio, esterno ma recintato in modo che non rischino di scappare, dove le galline possano beccare in libertà. Va da sé che anche predisporre delle vasche per l’alimentazione e l’abbeveraggio degli animali è fondamentale.

Sia che installi un pollaio prefabbricato e sia che invece ti costruisci da solo il pollaio in muratura per allevare le galline in casa, c’è una cosa che non dovresti dimenticare infine ed è recintarlo esternamente con una rete in metallo. È la cosiddetta recinzione anti-volpe, deve essere profonda nel terreno di almeno quaranta o cinquanta centimetri e alta oltre due metri e serve per tenere al sicuro le tue galline dall’attacco di volpi, appunto, ma anche di cani e altri animali se vivi in città.