Come funziona la saldatura con gli elettrodi

Oggi parliamo degli elettrodi per saldatrice, ma soprattutto come funziona la saldatura con gli elettrodi. Forse se non siete degli esperti di saldatura non ne avete mai sentito parlare. E’ probabile. Tuttavia però potreste conoscerla ma con il nome di saldaturaa fusione. Questo tipo di saldatura è la più versatile ed economica. Lo strumento base come dicevo sono appunto gli elettrodi per saldatrice.

La saldatura a fusione può essere usata tanto nel settore hobbistico quanto in quello professionale. Molte persone che si dilettano con i lavori in casa la usano, ma tale strumento non manca nemmeno nelle officine e nei cantieri. Viene apprezzata in modo particolare perché grazie a lei è possibile saldare praticamente qualsiasi tipo di materiale. Ci sono ovviamente delle eccezioni. Non può essere saldata sui materiali basso fondenti, sui materiali con l’ossigeno e sui materiali refrattari.

Poi non potete usare questa tecnica per saldare tra di loro le lamiere molto sottili ma nemmeno troppo spesse. Anche perché in quest’ultimo caso potrebbe venire usata ma diciamo che perde un po’ di senso perché sarebbe troppo costosa, mentre esistono in questo caso tipi di saldature che permettono di risparmiare non poco.

Sono questi gli oggetti che vi occorrono per saldare con gli elettrodi: gli elettrodi, le protezioni necessari, la saldatrice e la maschera. Come prima cosa per eseguire questo genere di intervento dovete inclinare l’elettrodo rispetto al piano, all’incirca deve assumere una posizione di 35-45°C.

Indossate adesso le protezioni, prendete la pinza dell’elettrodo, impugnatela con la mano di lavoro e allineate i pezzi da saldare in modo perfetto. Accendete l’elettrodo. Attenzione perché adesso c’è il momento più delicato, quando l’elettrodo tocca il corpo metallico infatti parte la scintilla.

Il rivestimento degli elettrodi è molto importante perché è in base a lui che il metallo fonde oppure no. Dovete poi effettuare un movimento rapido con la pinza da sinistra a destra in questo modo potete andare a effettuare la saldatura.

Vi suggerisco, se non lo avete mai fatto, di non partire su pezzi buoni. Allenatevi un po’ con questo tipo di saldatura se pezzi non buoni di metalli. Dovete infatti imparare come si stabilisce il corretto valore di corrente così da avere buoni risultati. Anche perché se la impostate troppo bassa si formano i gradini tra i bordi. Se si imposta troppo alta vengono incavi e diminuisce lo spessore.